Under The Skin – Commenti

QUI PUOI LASCIARE I TUOI COMMENTI SU UNDER THE SKIN

96 Risposte a “Under The Skin – Commenti

  • Mi piace leggere mm con una trama interessante e coinvolgente. Questo romanzo rientra in questa categoria, almeno per quelli che sono i miei gusti. Mi sono appassionato molto alle avventure di Takashi e Trevor e sono anche rimasto colpito dall’attenzione che l’autrice ha dedicato alla cultura giapponese, rendendo il contenuto ancora più stimolante. Complimenti per la storia e per l’attenzione ai particolari, cosa mai scontata.

    • Ti ringrazio, Dario. Quando si tratta di mm in particolare, i commenti al maschile sono sempre molto apprezzati. Se poi sono anche positivi, allora è proprio il massimo. Io ho scritto questo romanzo dopo averci pensato a lungo perché, trattandosi di un genere per me nuovo, non volevo cadere nella trappola della banalità. I commenti mi hanno confermato di essere riuscita nell’obiettivo che mi ero prefisso e quindi mi sento molto soddisfatta. Tutto il resto è stata solo una conseguenza. Grazie ancora.

  • Un genere che non leggo spesso ma che mi incuriosisce. Per questo motivo ho voluto leggerlo e ne sono rimasta positivamente colpita. Non pensavo che anche questo tipo di romanzo potesse regalarmi forti emozioni. I due protagonisti sono molto diversi ma accomunati da valori morali e sentimenti non comuni. La trama è ambientata in un Giappone ricco di fascino grazie alle sue tradizioni ed alla sua cultura. Ancora una volta ho trascorso delle ore di lettura piacevole per cui mi complimento ancora con l’autrice.

    • Altre belle parole da parte tua e quindi è doveroso un grosso grazie da parte mia. In effetti si tratta di un romanzo e un genere diversi con cui ho voluto mettermi alla prova. Ho avuto ottimi riscontri da parte di chi lo ha letto e adesso anche tu fai parte di questa cerchia. Mi ritengo davvero soddisfatta per tutti gli attestati di stima che continuo a ricevere. Forse si tratta del romanzo più impegnativo che ho scritto e quindi apprezzo moltissimo i tuoi complimenti. Ti aspetto per conoscere le tue opinioni.

  • Un altro romanzo che mi è piaciuto tanto. Un po’ per le tematiche e un po’ per lo sfondo culturale in cui si sviluppano le vicende dei protagonisti, l’impasto è ben lievitato, per usare un termine culinario. Il mio interesse è stato alimentato dallo stile sobrio e sempre sul pezzo dell’autrice che ormai posso dire di conoscere abbastanza, avendo letto diversi dei suoi romanzi. In questo ancor più che negli altri si nota il lavoro preliminare che l’autrice ha fatto per raccogliere tutti quegli aspetti che si ispirano alla cultura giapponese e quindi do un ulteriore punto di merito. Nel complesso giudizio molto positivo.

    • Grazie per il bel commento, Valerio. Parole più che confortanti per un romanzo che, come sa chi mi segue, ha rappresentato una vera sfida per me. L’affetto dimostrato mi ha incoraggiato a scrivere altri romanzi di questo genere e spero che l’accoglienza possa essere altrettanto positiva. Mi fa piacere che anche tu abbia notato il lavoro preliminare senza il quale non avrei potuto scrivere questo romanzo. Grazie ancora e a presto.

  • Valentina
    1 mese fa

    Ero molto incuriosita da questo romanzo sapendo che era il primo di questo genere che hai scritto. La scorrevolezza e soprattutto la storia appassionante tra Trevor e Takashi mi ha lasciata con il fiato sospeso. La bellezza con cui quel ragazzo riesce ad abbattere tutti i muri eretti dal suo fratellastro mi avvinceva in ogni pagina. Voglio farti i complimenti e mi auguro che continui a scrivere altri mm. Io li leggerò sicuramente.

    • Grazie ancora, Valentina. Non solo per le belle parole su “Under the skin“, ma anche perché mi segui sempre con entusiasmo. Questo romanzo mi ha fatto capire tante cose, soprattutto che non si deve aver timore di cimentarsi in generi diversi, perché questo contribuisce a migliorarsi e ad arricchire le proprie conoscenze. Al massimo, nella peggiore delle ipotesi, si potrà sempre avere il tempo e l’occasione per fare meglio. Sono molto soddisfatta del risultato perché ho ricevuto tante dimostrazioni di affetto e approvazione. Spero che le cose continuino così e di migliorarmi ancora. Nuovamente grazie e a presto.

  • Ormai è difficile trovare parole nuove per esprimere le sensazioni che mi lascia la lettura dei tuoi libri. Questo romanzo è secondo me quello che mette più in risalto le tue capacità. Prima di tutto perché si tratta di un mm e poi anche perché hai scelto un’ambientazione per niente scontata e difficile da rendere realistica. Descrivere i protagonisti e i loro sentimenti con tanta sensibilità e passione mi ha colpito molto. Quante emozioni e quanta suspense. Non saprei dire cosa manca perché mi è piaciuto tantissimo. Brava Brava Brava!

    • Sei sempre molto carina nei tuoi commenti. In effetti non è stato facile creare un’atmosfera realistica in uno sfondo quale può essere quello del Giappone, con la sua millenaria tradizione e tutte le sfumature che ne caratterizzano la cultura. Mi ha aiutato il fatto di essere innamorata di quella cultura, anche se non se ne può condividere ogni sfaccettatura. Ma questo vale anche per la nostra cultura e per tutte le cose in generale. Il genere mm poi mi piace molto e così mi è venuta voglia di affrontare la prova. Il resto lo dicono i vostri commenti. Io ti ringrazio tantissimo e ti do appuntamento a presto.

  • Questo genere mi piace sempre di più e per questa ragione ho voluto leggere anche uno degli mm scritti da te. Non sono rimasta per niente sorpresa di trovarlo interessante come gli altri tuoi romanzi che ho già letto. Trevor e Takashi sono due personaggi splendidi con i loro pregi e i loro difetti. Infatti non sono perfetti, essendo degli esseri umani, ma sono protagonisti di una storia che ha destato il mio interesse dall’inizio alla fine. Una lettura che consiglio agli amanti del genere. Complimenti.

    • Ti ringrazio, Loretta. Mi fa piacere continuare a ricevere riscontri positivi su “Under the skin“. È stato il mio primo mm e quindi sono particolarmente legata a questo romanzo. L’ho scritto con un certo timore, dato che si trattava della mia prima esperienza con questo genere. Gli attestati di stima ricevuti mi hanno convinta a continuare e così è nato “Schiavo di un lupo” che, come sai, è il quinto romanzo della saga. Mi ritengo molto soddisfatta e ringrazio te e tutti coloro che lo hanno apprezzato per il supporto ricevuto. Ti aspetto per altri commenti.

  • I sentimenti forti costituiscono le fondamenta di ogni storia d’amore. Per questo mi piace molto leggere anche il genere mm. Hai descritto il crescendo dei sentimenti con grande accuratezza e tutto risulta ancora più apprezzabile se ripenso al contesto in cui hai ambientato la storia. Tantissimi complimenti.

    • Grazie mille, Cecilia. Avevo in mente di scrivere un romanzo come “Under the skin” già molto tempo prima di cominciare a farlo. Avevo bisogno di far maturare bene le idee prima di cimentarmi in quella che per me ha rappresentato una grande sfida. Ecco perché mi sento molto bene ogni volta che leggo commenti come il tuo. Grazie per i complimenti e a presto.

  • Te lo avevo anticipato ed eccomi qua per commentare Under the skin, un mm particolare anche per le ambientazioni in un mondo culturale lontano dal nostro e quindi molto diverso. Ma i sentimenti sono universali per cui è stato semplice entrare nella dimensione interiore dei protagonisti, Trevor e Takashi, due giovani che dovranno affrontare una dura salita se vogliono raggiungere quell’obiettivo che all’inizio non sarà chiaro per entrambi. Infatti non è mai facile capire subito se quella che abbiamo di fronte è la persona per la quale vale la pena affrontare ostacoli apparentemente insormontabili. Una storia appassionante e bellissima. Complimenti.

    • Bellissimo commento. Ti ringrazio, Pamela. Le tue parole sono la chiara lettura del contesto in cui si sviluppa la storia di Trevor e Takashi. Ho voluto impostare in questi termini l’inizio della trama per far comprendere subito a chi legge che le difficoltà che i protagonisti incontreranno non saranno solo quelle che ci si può aspettare in un qualsiasi inizio di rapporto. Loro dovranno fare i conti col mondo che li circonda e soprattutto con una cultura millenaria che ha ancora la forza di influenzare le scelte di chi vi è cresciuto. Il resto lo sai e sono contenta che ti sia piaciuto. Grazie ancora e a presto.

  • Devo dire che ero molto curioso di scoprire come l’autrice avrebbe sviluppato la trama di un romanzo mm. Ora che l’ho letto sono contento di averlo fatto. Infatti la storia si sviluppa in maniera armoniosa, con il susseguirsi degli eventi che vengono scanditi con un ritmo più o meno incalzante a seconda del loro impatto sull’economia della trama. Su questa solida base potevano muoversi solo dei protagonisti altrettanto solidi e credibili. Trevor e Takashi lo sono e quindi il risultato è un romanzo ottimo che vale la pena leggere. Complimenti.

    • Bellissimo commento. Ti ringrazio, Mattia. Pensare di raggiungere il risultato che hai descritto era forse al di sopra di ogni mia più rosea speranza quando ho iniziato a scrivere “Under the skin“. Mi ripromettevo semplicemente di scrivere un mm senza incorrere in errori grossolani che sono sempre in agguato quando ci si cimenta in qualcosa di diverso per la prima volta. E in questo caso il rischio era davvero alto. È andata bene e ne sono felice. Ti ringrazio nuovamente e ti aspetto presto.

  • Ogni volta che la lettura di un romanzo scorre via leggera è un buon segno. Significa che è scritto bene e che il contenuto desta interesse. Leggendo Under the skin ho avuto subito queste sensazioni e anche se non leggo spesso gli mm posso dire di aver trascorso alcune ore di lettura piacevole. Soprattutto grazie ai protagonisti e alla trama che hai costruito attorno a loro. E complimenti anche per i tanti riferimenti alla cultura giapponese che fa da sfondo a tutta la storia. Ogni elemento è collocato al posto giusto e il risultato è molto positivo.

    • Grazie, Corinne. I tuoi complimenti sono molto apprezzati perché hai sottolineato alcuni degli obiettivi principali che mi prefiggo di raggiungere quando comincio a scrivere un romanzo. Infatti mi auguro sempre che chi lo legge possa trovarlo piacevole e interessante. Hai parlato bene anche dei protagonisti e della trama, per cui non potrei chiedere di più. Tutti questi aspetti sono strettamente collegati e il risultato dipende molto dall’equilibrio e dalla coerenza che cerco di mantenere fino alla fine. Anche il tuo commento mi ha dato conferma di essere riuscita a raggiungere l’obiettivo. Grazie ancora e a presto.

  • Rieccomi. Ho letto Under the skin in una settimana nelle pause pranzo. Ultimamente non ho molto tempo da dedicare alla lettura e così ho trovato il modo di leggere anche questo tuo libro. Questa è stata la prima volta che ho letto un romanzo nella pausa pranzo e anche se non era la situazione ideale devo dire che in quei giorni non mi dispiaceva affatto aspettare la pausa sapendo che avrei dedicato mezz’ora a leggere questo romanzo. Infatti la trama è molto interessante e mi sono subito appassionata ai protagonisti. Trevor e Takashi sono due giovani che per motivi diversi hanno molto da dire e tu, come sempre, hai fatto in modo che la trama si sviluppasse in maniera molto coinvolgente. Sono tante le scene che meriterebbero di essere descritte ma non posso fare spoiler. Ottima lettura. Complimenti.

    • Ti ringrazio, Giulia. Non ne sono sicura, ma penso che si tratti della prima volta che qualcuno mi dice di aver letto un mio romanzo nelle pause pranzo. Sono contenta che ti sia piaciuto, nonostante ti trovassi in un ambiente non ideale, come lo hai definito tu. E sono ancora più contenta di sapere che, avendo poco tempo da dedicare alla lettura, lo hai utilizzato per leggere un mio libro. Una soddisfazione non da poco per me. Grazie per i complimenti e appuntamento a presto.

  • Sono rimasta un pò indietro a causa di impegni ma conto di recuperare in fretta. Ho già fatto la lista degli acquisti così approfitto anche delle promozioni. Non leggo spesso mm ma Under the skin mi è piaciuto parecchio. Soprattutto per il modo in cui l’autrice ha sviluppato la trama attorno ai due personaggi principali, Trevor e Takashi. Molto interessanti anche le dinamiche alla base dei comportamenti dei protagonisti. In questo modo si comprendono le ragioni delle loro scelte e il coinvolgimento diventa inevitabile. Almeno per me è stato così. L’autrice ha fatto centro ancora una volta. Complimenti.

    • Ti ringrazio, Lucia. Mi fa piacere sapere che hai messo in lista altri miei romanzi. Significa che sei rimasta soddisfatta dei romanzi che hai già letto, cosa che sapevo grazie ai tuoi precedenti commenti. “Under The Skin” è stato il mio primo mm e questo basta a far capire quanto possa sentirmi gratificata ogni volta che ne sento parlare bene. Per me è un incentivo continuo a fare sempre meglio. Grazie ancora. Ti aspetto per i prossimi commenti.

  • Annalisa
    5 mesi fa

    Te l’avevo detto che voglio battere la mia pigrizia e mettermi in pari con i commenti. Oggi tocca ad Under the skin. Le emozioni non mancano. I due giovanotti, Trevor e Takashi mi hanno conquistata per motivi diversi. Trevor per la sua sensibilità e dolcezza, ma anche per la sua risolutezza. Takashi per la forza con cui lotta contro le ferree tradizioni della cultura in cui è cresciuto. Tutto questo nella splendida cornice di una Tokio moderna ma sempre legata alle tradizioni del passato. Il risultato è un romanzo che ho letto già due volte a distanza di poco tempo. Già questo ti fa capire quanto mi è piaciuto. Bravissima Elisa.

    • Ti ringrazio tanto, Annalisa. Devo riconoscere che ti stai impegnando molto nella lotta contro la tua pigrizia. Anche per questo apprezzo particolarmente il tuo commento. I due giovanotti, come li chiami tu, mi hanno portato via tanto di quel tempo che a un certo punto non ero più neanche tanto sicura di aver fatto la scelta giusta scrivendo questo mm. Poi sono comiciati ad arrivare i primi commenti positivi e i dubbi sono spariti. E oggi, a distanza di un paio di anni, continuo a ricevere parole di approvazione che mi rendono sempre più orgogliosa di aver scritto questo romanzo. Grazie ancora. Torna presto.

  • Diverse amiche su fb lo avevano letto ed avevano suscitato la mia curiosità anche se non mi sono fatta raccontare molto perchè avevo deciso di leggerlo. Ne è valsa la pena. Infatti questo mm mi è piaciuto molto. Ho fatto il tifo per Trevor fin dall’inizio. Quel giovane coraggioso e sensibile è amabile. La durezza di Takashi è frutto della sua cultura giapponese. Ma… e non aggiungo altro. Bella trama, protagonisti fantastici e ambientazione suggestiva. Complimenti.

    • Grazie per i complimenti, Letizia. Fa piacere sapere che le impressioni delle tue amiche hanno destato ancora di più il tuo interesse per questo romanzo. Succede spesso e questo è un buon segno per me. Trevor e Takashi continuano ad essere apprezzati e io ne sono felice perché restano pur sempre i protagonisti del mio primo mm. Tu poi hai riservato belle parole anche alla trama e all’ambientazione e quindi sono ancora più soddisfatta. Ti aspetto per nuovi commenti.

  • Pensavo di aver finito con Under the skin ma intanto hai scritto diversi altri romanzi. Bene, così potrò leggerne altri che so già che mi piaceranno. Non lo dico per una questione di fiducia, ma perché mi baso su tutti i tuoi romanzi che ho già letto e commentato. Questo romanzo mi è piaciuto soprattutto per come hai descritto il rapporto tra i due protagonisti, Trevor e Takashi. I due giovani sono molto diversi dato che appartengono a culture lontane tra loro. Proprio per questa ragione, ciò che cercherà di fare Trevor può considerarsi come una sorta di impresa. Infatti tenterà di aprire una breccia in quella specie di corazza che Takashi non sembra volersi togliere. Mi è anche piaciuto il frequente richiamo alla cultura giapponese che fa da sfondo al racconto e lo rende ancora più interessante. Bello veramente.

    • Ti ringrazio, Anna. Sono contenta di sapere che i miei romanzi continuano a piacerti. E aver detto di sapere già che ti piaceranno anche i miei romanzi che non hai ancora letto, è per me un grande complimento. Ti ringrazio quindi per queste parole e per gli apprezzamenti ad “Under the skin“. La storia di Trevor e Takashi ha avuto un’ottima accoglienza e continua a regalarmi soddisfazioni. Non mi resta che augurarti buona lettura e darti appuntamento per altri commenti.

  • Ho “scoperto” da poco questo genere. Under the skin mette insieme una serie di elementi che ho molto apprezzato. Sentimenti, passione, avventura, suspense. Tutto questo si fonde con l’accattivante sfondo della cultura giapponese. I due protagonisti, Trevor e Takashi, sono descritti benissimo e la trama è alquanto scorrevole. È stata una lettura appassionante dall’inizio alla fine. Complimenti Elisa.

    • Ti ringrazio, Lina. Col passare del tempo, i romanzi mm vengono sempre più apprezzati. Il mio “Under the skin” mi ha permesso di vincere una sfida con me stessa. Posso dirlo perché ormai è passato un po’ di tempo da quando l’ho pubblicato e ho ricevuto molti apprezzamenti, tra cui il tuo. Grazie ancora e a presto.

  • Federica
    8 mesi fa

    Leggo spesso il genere mm e così ho voluto leggere anche questo romanzo che racconta la storia tribolata dei protagonisti, Takashi e Trevor, due giovani dal carattere forte ma che dovranno scalare una montagna che potrebbe rivelarsi un ostacolo insormontabile. Molte saranno le prove da affrontare e gli ostacoli più duri saranno quelli invisibili, legati ad una cultura, quella giapponese, con la quale dovranno cercare di trovare un compromesso. Trama avvincente e ben strutturata. Complimenti.

    • Ti ringrazio, Federica. Mi è piaciuto il tuo punto di vista sul romanzo e sono contenta che tu l’abbia trovato avvincente. Come sanno in molti, l’ho scritto basandomi sulla mia passione per il mondo giapponese. Il risultato è stato apprezzato e lo dico perché tanti sono stati gli attestati di stima che ho ricevuto, compreso il tuo. Grazie a tutto questo, scrivere un romanzo rappresenta per me un’esperienza unica. Ti aspetto presto.

  • Trevor e Takashi sono i personaggi principali di questo mm ambientato in una Tokio moderna ma i cui valori sono spesso legati ad una tradizione millenaria. Se da un lato questo aumenta il fascino di una terra lontana, dall’altro può diventare l’ostacolo più grande da dover superare per raggiungere qualcosa di importante. E lo scopriranno presto proprio i due protagonisti che…. Non aggiungo altro sulla trama che hai reso ancora più interessante arricchendola con particolari relativi alla cultura giapponese. Colpi di scena, passione e avventura si alternano dall’inizio alla fine. Bellissima storia.

    • Bentornata, Roberta. Ti ringrazio per il bel commento. Questa storia contiene molti elementi collegati alla cultura e alle tradizioni giapponesi. Come sai anche tu, sono un’appassionata di quel mondo e quindi mi sono divertita a inserire nel romanzo elementi che potessero essere funzionali alla trama. L’esperimento è piaciuto a molti e io ne sono felice. Grazie ancora e a presto.

  • Margherita
    9 mesi fa

    Come ti avevo anticipato lascio anche il commento su Under the skin, un romanzo caratterizzato da forti sentimenti, passione, avventura, ma anche momenti umoristici. I protagonisti di tutto questo sono Trevor e Takashi, due giovani che dovranno affrontare grossi ostacoli che provengono dal mondo esterno ma non solo. Infatti i problemi più grandi verranno dai principi su cui si basa la loro vita. Principi molto diversi perchè diversa è l’educazione che hanno ricevuto, conseguenza del fatto che sono cresciuti sotto l’influsso di culture differenti. Mi è piaciuto molto. Complimenti e Buon Anno.

    • Grazie, Margherita, e Buon Anno anche a te. La tua soddisfazione è anche la mia. Questo romanzo ha richiesto parecchie energie per venire alla luce, dato che si tratta del mio primo mm, e quindi ogni complimento ha per me un valore speciale. E non è stato facile neppure trovare il coraggio di scriverlo perché temevo le insidie che questo genere può comportare per un’autrice. Grazie e a presto.

  • Cambia il genere ma non il risultato. Ambientazione stupenda. Il Giappone è un paese molto affascinante con tutte le sue tradizioni. E affascinanti sono anche Trevor e Takashi, i protagonisti di una storia toccante e densa di colpi di scena che mi ha tenuto incollata dal primo all’ultimo capitolo. Rinnovo i miei complimenti.

    • Grazie, Mary. Il mio primo mm non smette di sorprendermi per i tanti riscontri positivi che continuo a ricevere. Anche il tuo commento va in quella direzione e questo mi fa molto piacere. Dal momento che ti sono piaciuti i protagonisti, la loro storia e anche l’ambientazione, non posso che sentirmi soddisfatta. Grazie e a presto.

  • Ed è arrivato il momento di un mm. La sinossi era allettante e ho deciso di leggere anche questo romanzo. Mi sono subito affezionata a Trevor che ha una forza interiore invidiabile. Sarà con questa sorta di testardaggine positiva che dovrà fare i conti Takashi, che è cresciuto con una cultura e dei principi diversi che Trevor non condivide, dato che sono degli ostacoli quasi insormontabili. Ma i problemi per i protagonisti vanno ben al di là del loro mondo interiore. Infatti rischieranno addirittura il peggio per… Mi fermo qui altrimenti rischio anch’io, ma di fare spoiler. Grazie Elisa per questa ennesima storia intensa e ben scritta.

    • Grazie a te, Milena. Il tuo commento segna un altro punto a favore di “Under the skin“. È vero, Trevor ha una forza interiore che non è facile trovare in un giovane. E Takashi non è da meno, ma è cresciuto in un ambiente particolare e questo non può non influire sulle sue scelte. Neanch’io voglio fare spoiler e quindi mi fermo qui. Ti ringrazio ancora e ti do appuntamento al prossimo commento.

  • Mi piacciono gli mm e non potevo non leggere anche questo tuo romanzo. L’ho trovato ben scritto, realistico e con dei personaggi convincenti. La trama si sviluppa in un crescendo sempre più emozionante e devo dire che anche questa volta sono rimasta molto soddisfatta. Ancora una volta ti faccio i miei complimenti. Brava.

    • Grazie, Miriam. I tuoi complimenti sono molto apprezzati. Sono fortemente legata a questo romanzo, dato che si tratta del mio primo mm, e quindi mi godo ogni bel commento che lo riguarda con grande soddisfazione. Scrivere un mm rappresenta una vera sfida per me e mi auguro sempre di non deludere nessuno quando decido di farlo. Ti ringrazio ancora e ti aspetto per conoscere altre tue impressioni.

  • Moira Cerantola
    11 mesi fa

    Questo è stato il primo libro MM che ho letto, devo dire che è scritto in modo molto scorrevole e delicato da non risultare affatto volgare. Un bel modo per avvicinarsi a un “genere diverso” da quelli che solitamente si potrebbe leggere

    • Ti ringrazio, Moira. Se per te è stato il primo mm letto, per me è stato il primo che ho scritto e puoi immaginare quanti dubbi potessi avere già prima di cominciare a scriverlo. Poi mi sono fatta coraggio ed ho accettato questa nuova sfida. Ogni volta che leggo attestati di stima su questo libro, è chiaro che non posso non sentirmi appagata. E lo stesso è accaduto leggendo il tuo commento.

  • I romanzi sui fratelli Walker mi erano piaciuti tanto ed è uno dei motivi per cui continuo a leggere i tuoi romanzi. Under the skin racconta qualcosa di diverso e lo sapevo. Ho scelto di leggerlo perché mi piacciono gli mm ma anche perché la sinossi era parecchio interessante. E poi anch’io sono appassionata di cultura giapponese e quindi non potevo perdermelo. Personaggi credibili e una trama coerente e ben strutturata mi hanno fatto apprezzare questo romanzo dall’inizio alla fine. Complimenti e via con un altro dei tuoi romanzi.

    • Grazie, Patty. Sapevo della tua passione per la cultura giapponese. Grazie a questo romanzo ho scoperto che siamo in tante ad avere questa passione. E forse è stato uno degli elementi che hanno fatto di “Under the skin” uno dei romanzi che più mi hanno sorpreso per quanto riguarda l’ottima accoglienza. Essendo il mio primo mm, non mi aspettavo molto, e invece… Io ti ringrazio ancora per i complimenti e ti aspetto per altri commenti.

  • Anche Under the skin è stata un’altra bellissima lettura. Vale proprio la pena di leggere le tribolate vicende di Trevor e Takashi, i protagonisti di questo mm che ancora una volta mi ha dimostrato la capacità dell’autrice di approfondire i tratti comportamentali dei personaggi. Per quanto mi riguarda è uno degli elementi che mi piacciono di più nei romanzi di Elisa Artemide. La trama è coerente come al solito. Cosa potrei aggiungere? I miei complimenti sono scontati. Bravissima.

    • Grazie, Pina. Non c’è altro da aggiungere. In poche parole hai espresso il tuo parere che è molto chiaro. Nel momento in cui piacciono i protagonisti e piace anche la trama, direi che il mio obiettivo è stato raggiunto. Mi auguro sempre di far conoscere i miei personaggi nel migliore modo possibile, cercando, come hai detto tu, di addentrarmi nella loro interiorità e trasmetterla a chi legge. È probabilmente la parte più difficile, per cui sono molto contenta quando questo aspetto viene sottolineato, come hai fatto tu. Grazie ancora e a presto.

  • Questo mm è un romanzo scritto con equilibrio e attenzione. Takashi e Trevor sono due giovani che non si possono definire spensierati. Infatti la loro vita non è delle più semplici perché hanno il loro bel da fare per lottare contro i pregiudizi e i dettami di un’antica cultura, quella giapponese, affascinante ma talvolta… E’ stata una lettura che in parte mi ha sorpreso, non tanto per la qualità complessiva, dato che ormai conosco lo stile dell’autrice, ma soprattutto perché un mm scritto da una donna può nascondere tante insidie. Veramente brava.

    • Grazie mille, Gloria. Quello che hai scritto riguardo ai rischi che comporta per una donna scrivere un mm è perfettamente condivisibile. È la stessa preoccupazione che ho avuto anch’io quando ho deciso di scriverlo. Si può comprendere quindi quanto sia importante per me sapere che il romanzo è piaciuto e che continua a raccogliere consensi, come tu stessa hai confermato. Ti ringrazio ancora e ti aspetto per altri commenti.

  • Sono rimasta un po’ indietro con alcuni tuoi libri ma conto di recuperare in fretta. Under the skin è un romanzo che desta interesse per diverse ragioni. Intanto si tratta di un mm scritto veramente bene, con semplicità e concretezza. Sono due degli aspetti che guardo quando leggo un libro e che preferisco a tanti fronzoli che non portano a nulla. Già questo è un motivo per farti i complimenti. Poi aggiungo il modo approfondito con cui descrivi i sentimenti e il carattere dei due protagonisti, Trevor e Takashi. Anche la trama non può che guadagnarne. E concludo con la splendida cornice dello sfondo in cui tutto è ambientato: un mondo orientale, più precisamente giapponese, che possiede un grande fascino. Bellissimo.

    • Sapevo che saresti tornata, anche perché me lo avevi anticipato. È sempre un piacere ritrovarti. E grazie per le belle parole, Ilenia. Hai preso in considerazione tutti gli elementi fondamentali del romanzo, manifestando il tuo apprezzamento. Non potrei esserne più contenta. Per me non è stato semplice scrivere questo romanzo proprio perché si tratta di un mm e il rischio di sbagliare era sempre in agguato. Solo i commenti come il tuo mi hanno dato la consapevolezza di non aver fatto “danni”. Adesso ti aspetto per il recupero di cui hai parlato. A presto.

  • Annamaria
    1 anno fa

    Sai che è da un po’ di tempo che ho letto questo romanzo anche se lascio il commento solo adesso. Ma conosci già il mio giudizio che avevo anticipato sui social e non solo. Under the skin è un romanzo certamente diverso essendo un mm, ma il mio coinvolgimento è stato totale. Grazie alla trama avvincente imperniata sulle vicissitudini dei due protagonisti, Trevor e Takashi, e all’ambientazione molto particolare in un Giappone moderno ma con tanti elementi che si rifanno alla sua storia millenaria, ho trascorso qualche ora di piacevolissima lettura. Ancora una volta hai colpito nel segno. Brava.

    • Bentornata anche sul sito, Annamaria. Graze per il tuo bel commento che, come hai detto tu, conoscevo nella sostanza. È molto piacevole per me sapere che anche tu ti sei sentita coinvolta dalla storia di Trevor e Takashi, che ormai considero come due amici virtuali e non solo come i protagonisti del mio romanzo. Talvolta ho quasi l’impressione che i personaggi che descrivo nei miei romanzi possano saltar fuori da un momento all’altro e manifestari fisicamente. Questo per far capire quale sia il livello del mio coincolgimento ogni volta che scrivo un romanzo. È anche per questa ragione che quando leggo commenti come il tuo, mi sento molto soddisfatta. Ti aspetto presto.

  • Alessandra
    1 anno fa

    Dopo l’ottima esperienza con la saga di cui ho appena preso Schiavo di un lupo, volevo leggere qualcosa di ancora più particolare e Under the skin mi sembrava la scelta giusta e non mi sono sbagliata. Anche se ormai conoscendo l’autrice mi aspetto sempre dei bei romanzi. La travagliata vicenda di Takashi e Trevor mi ha preso fin dall’inizio per il modo sempre accurato e particolareggiato in cui l’autrice descrive i due protagonisti dando un’idea precisa di quello che si nasconde nel loro mondo interiore. La trama fluida e l’aver imparato tante cose che riguardano la cultura giapponese, che non conoscevo molto, hanno reso la mia lettura ancora più piacevole. Complimenti Elisa.

    • Bentornata, Alessandra, e grazie per i complimenti. “Under the skin” è sicuramente diverso dai romanzi della saga che, essendo ambientati in un mondo di fantasia, è chiaro che si differenzino abbastanza. Ragion per cui sono molto contenta che ti sia piaciuto anche un romanzo come questo, cosa che, dopo aver letto la saga, non era affatto scontata. Mi fa piacere che tu abbia trovato interessanti anche i riferimenti alla cultura giapponese, di cui, come sai, sono un’appassionata. Adesso ti auguro una buona lettura con “Schiavo di un lupo” e ti aspetto per conoscere la tua opinione al riguardo.

  • Gabriella
    1 anno fa

    Era da un po’ di tempo che volevo leggere Under the skin e finalmente ce l’ho fatta. In realtà ho potuto leggere pochissimo ultimamente e questo romanzo è valso il tempo che gli ho dedicato. Una storia delicata per diversi motivi, a cominciare dalle vicende travagliate che caratterizzano il rapporto tra i due protagonisti, Trevor e Takashi. Sono differenti per formazione culturale e accomunati dal tentativo di costruire qualcosa di complicato. Chi ha letto sa già se ci riusciranno oppure no. Per quanto mi riguarda il romanzo è avvincente così come lo scenario in cui si sviluppa la storia. Anch’io sono appassionata di cultura giapponese. Tanti complimenti e a presto.

    • Ti stavo aspettando, Gabriella. Innanzitutto ti ringrazio per il bel commento che mi hai lasciato. Sapevo che ti piace la cultura giapponese e questo era già un punto a mio favore, dato che aumentava la possibilità che potesse piacerti tutto il resto. E così è stato. Come hai detto tu, Trevor e Takashi sono due giovani alquanto diversi e questo sarà uno dei problemi che dovranno affrontare. Il resto lo sai e sono contenta che ti sia piaciuto. Grazie per i complimenti. Torna a trovarmi presto.

      • Gabriella
        1 anno fa

        Certo. Ho iniziato a leggere la duologia e non mancherò di commentare. A presto.

  • Dopo aver letto alcuni dei tuoi romanzi ero proprio curiosa di scoprire quanto mi avrebbe coinvolto un romanzo come Under the skin, di un genere molto diverso rispetto agli altri. Non sono sorpresa di averlo trovato appassionante e coinvolgente come quelli della trilogia e della duologia che ho già letto. Un’altra conferma della bontà del tuo stile. Mi è piaciuto come hai messo in risalto il travaglio interiore dei due protagonisti, Trevor e Takashi. L’ambientazione è affascinante. Complimenti e ancora complimenti.

    • Molte grazie, Katy. Mi fa piacere sapere che sei rimasta soddisfatta anche della lettura di questo romanzo. Essendo un mm, è molto diverso, come tu stessa hai fatto notare, rispetto agli altri romanzi che ho scritto e che hai letto. Per questa ragione il tuo giudizio positivo è più che gradito. Sai anche tu che non è stato facile scrivere un romanzo di questo tipo e quindi ti ringrazio per le belle parole. Ti aspetto presto per altri commenti.

  • Mi sono presa una lunga pausa da tutto ma eccomi di ritorno per commentare un altro dei tuoi romanzi che continuo a leggere con piacere perché, come ti ho detto altre volte, mi piace molto il modo in cui scrivi. Anche qui i protagonisti sono ben caratterizzati. Trevor e Takashi sembrano due giovani uomini che ognuno potrebbe incontrare nella vita reale. Questo perché sono descritti in modo particolareggiato al punto che ho avuto l’impressione che potessero quasi uscire da quelle pagine. L’ambientazione del Giappone è perfetta. Ho amato anche questa tua storia. Complimenti.

    • Bentornata, Rita. Ti ringrazio per il tuo commento prezioso e molto positivo. So che apprezzi la mia maniera di scrivere e questo è motivo di orgoglio per me. I personaggi sono l’elemento che curo di più, insieme alla trama. Sono contenta che il risultato sia stato ancora una volta di tuo gradimento. In questo caso ho potuto aggiungere qualcosa che fa parte delle mie passioni. Infatti la cultura giapponese mi ha sempre affascinato e così ho sfruttato la cosa in funzione della trama. Grazie ancora e a presto.

  • Non potevo non leggere anche questo romanzo molto particolare. Il genere mm è tra quelli che leggo meno ma non mi dispiace farlo di tanto in tanto. In questo caso non mi è dispiaciuto affatto, dato che ormai conosco bene l’autrice e quindi posso dire di andare sul sicuro. La trama è appassionante sia per quanto riguarda gli avvenimenti in generale e sia per il rapporto tra i due protagonisti. Se ne vedranno delle belle in tutte le situazioni. Molto curata anche l’ambientanzione con attenzione ai particolari. Come sempre sei stata molto brava.

    • Tante grazie, Monica. Anche tu sei tra le mie lettrici più affezionate e questo mi fa molto piacere. Come mi fa piacere sapere che hai apprezzato la trama e tutto ciò che fa da contorno. Questo mm ha rappresentato un grande esame per me e sono soddisfatta di come è stato accolto fin dalla sua uscita. Presto mi cimenterò ancora in questo genere e mi auguro che i risultati siano gli stessi. Sarebbe bellissimo. Sono certa di ritrovarti presto per altri commenti. Alla prossima.

  • Raffaella
    1 anno fa

    Under the skin è un romanzo molto diverso da quelli già letti dell’autrice. La curiosità è la sola ragione per cui ho deciso di leggerlo dato che il genere non è tra i miei preferiti. E la curiosità mi ha spinto a fare la scelta giusta. Non mi aspettavo molto per i motivi che ho spiegato e invece mi è piaciuto tantissimo. Forse grazie al mondo orientale che fa da sfondo o forse per la storia dei protagonisti che mi appassionava sempre di più capitolo dopo capitolo. A questo aggiungerei come sempre lo stile semplice e coinvolgente dell’autrice. Insomma spero si sia capito che il romanzo è andato molto oltre le mie aspettative. Complimenti.

    • Ti ringrazio, Raffaella. Sì, ti assicuro che ho capito chiaramente che sei rimasta soddisfatta del mio romanzo. E ringrazio anche la tua curiosità, senza la quale non avresti letto “Under the skin“. Non sei la prima che ha deciso di leggere questo romanzo pur non essendo un’amante del genere mm. Non so decidere se mi fa più piacere sapere che è stato apprezzato da chi ama il genere oppure da chi non lo legge abitualmente. Comunque, la mia soddisfazione è sempre grande. Ti aspetto per il prossimo commento.

  • Molto diverso dalla saga che ho già letto e amato, Under the skin rispecchia ancora lo stile accattivante e mai noioso dell’autrice. La sua scrittura è sempre contrassegnata da precisione, attenzione ai particolari e semplicità. Sono elementi che apprezzo particolarmente e che mi fanno preferire alcuni libri rispetto ad altri. Dopo aver letto la saga infatti ero curiosa di scoprire se anche in un romanzo diverso come questo l’autrice avrebbe conservato certi tratti che adesso posso definire distintivi. La trama è avvincente e i protagonisti affascinanti. La scelta dello sfondo, un Giappone antico e moderno allo stesso tempo, è azzeccata. Bellissima lettura.

    • Bentornata, Olga, e grazie per le belle parole sul mio stile di scrittura. Ma è giusto, da parte mia, estendere i complimenti anche a mio marito, che cura l’editing e quindi contribuisce a rendere il risultato finale come tu l’hai descritto. Sono molto contenta di sapere che i miei libri sono tra i tuoi preferiti e ti ringrazio per aver apprezzato la trama, i protagonisti e l’ambientazione. Non potrei chiedere di più. Ti aspetto presto.

  • Under the skin è un romanzo che non credevo che potesse piacermi come gli altri che hai scritto. Infatti non leggo spesso mm e quindi non volevo crearmi grandi aspettative. E invece mi hai regalato momenti di piacevole relax ancora una volta. I due giovani protagonisti cercano di nascondere quelle debolezze a cui nessun essere umano è immune e l’autrice riesce a descrivere il loro stato d’animo in maniera perfetta. Questo è uno degli elementi che mi sono piaciuti di più perché più si riesce a comprendere il carettere dei personaggi e più semplice risulta la comprensione della trama. Se aggiungiamo la splendida cornice che fa da sfondo alla vicenda, il risultato è ancora più godibile. Infatti la storia si svolge in terra giapponese ed i riferimenti alla ricca e antica cultura di quel paese non mancano di certo. Bravissima. Ora mi rimane solo il sequel della duologia e poi i romanzi che hai in programma.

    • Un grazie gigantesco, Romina. Dopo aver superato anche con te l’esame “Under the skin”, posso segnare un’altra “tacca” nella mia agenda personale! Comunque, hai fatto bene a non crearti grandi aspettative perché, come ha scritto qualcuno, ne potrebbero scaturire grandi delusioni. Sono contentissima che il romanzo ti sia piaciuto e sono ancora più contenta per le motivazioni che hai espresso. Lo considero un grande complimento e un motivo di orgoglio. Mi raccomando, quando lo leggerai, fammi sapere come hai trovato il sequel. Per quanto riguarda le prossime uscite, come sai, sto un po’ ritardando la pubblicazione di “Bound” per la situazione generale che stiamo vivendo, ma ormai ci siamo. Grazie ancora.

      • Certo, appena lo leggo ti faccio sapere. Non vedo l’ora di leggere anche Bound. Da quello che ho potuto capire dalla sinossi mi sembra davvero interessante.

  • Una lettura leggera ma coinvolgente è quello che cerco quando voglio distrarmi da certi pensieri. Trevor e Takashi sono due giovani uomini molto diversi ma anche determinati. Trevor, figlio di una cultura occidentale, lotterà fino in fondo per ottenere il cuore di Takashi che dal canto suo dovrà fare i conti con i principi legati alla sua origine giapponese. L’incontro scontro tra le due culture sarà molto forte e lascerà il segno perché entrambi credono profondamente in ciò che li ha formati. Un romanzo ben scritto, con personaggi interessanti che l’autrice ha reso molto credibili. La cultura del Giappone è affascinante ed è ben raffigurata. Mi è piaciuto molto. Complimenti.

    • Ti ringrazio tanto, Clara. Ora so che anche il mio mm ti è piaciuto e ne sono entusiasta. Le tue parole sono davvero gentili e riescono a trasmettermi sensazioni piacevoli. Quando ho cominciato a scrivere Under the skin, erano più i dubbi che le certezze, ma non mi sono lasciata scoraggiare. Il tuo apprezzamento, insieme a quello di molte lettrici, ma anche lettori, mi ha ripagato con gli interessi. Per questa ragione non finirò mai di ringraziare tutti coloro che mi hanno riservato parole come quelle che ho letto nel tuo commento. Ti aspetto presto.

  • Maria Pia
    2 anni fa

    Come sai, anch’io sono appassionata di cultura orientale, soprattutto di quella giapponese. E’ uno dei motivi per cui ho voluto leggere Under the skin. Il romanzo risulta ancora più interessante perché l’incontro tra la cultura giapponese di Takashi e quella occidentale di Trevor dà vita ad una serie di situazioni tra le quali i protagonisti dovranno barcamenarsi. Dovranno cercare di venir fuori da un vortice che rischia di travolgerli e si renderanno conto di quanto sia arduo lottare contro un nemico talvolta invisibile ma che può essere molto pericoloso. Trama bellissima e ambientazione stupenda mi hanno coinvolto più di quanto potessi immaginare. Brava.

    • Ti ringrazio, Maria Pia. Mi avevi parlato della tua passione per la cultura giapponese, ma non potevo sapere se ti sarebbero piaciuti anche gli altri aspetti del romanzo. Adesso lo so e ne sono contenta. È chiaro che non sono molti i punti d’incontro tra le due diverse culture che entrano in contatto tramite Trevor e Takashi. E proprio su questo punto, come hai fatto notare, ho voluto mettere l’accento. Con tutto ciò che ne consegue. Infatti la vita dei protagonisti rischierà di cambiare irrimediabilmente a causa di tali differenze. Il resto lo sai, avendo letto il romanzo. Ti ringrazio ancora e ti aspetto per altri commenti.

  • Ho letto questo romanzo più per curiosità che per altro perché è un genere che non avevo mai letto prima. Non ho pregiudizi verso questo genere e così ho deciso di provare. Non mi aspettavo che catturasse il mio interesse allo stesso modo degli altri romanzi di Elisa Artemide che ho già letto e invece sono stata sorpresa ancora una volta dalla bravura dell’autrice. Ha descritto le vicissitudini dei due giovani protagonisti con grande sensibilità facendomi comprendere con semplicità e in modo chiaro tutti i patemi che hanno vissuto per ottenere una delle cose che ogni essere umano desidera maggiormente. La libertà di vivere e condividere un sentimento profondo. Ti rinnovo i complimenti che ti avevo fatto su fb. Brava.

    • Bellissime parole. Ti ringrazio, Tiziana. È ancora più bello sapere che “Under the skin” piace anche a chi non legge mm con regolarità. Mi dà una soddisfazione enorme. Riuscire a trasmettere le emozioni che hai descritto non è mai facile per me, soprattutto se, come è successo a te, si legge questo genere di romanzi per la prima volta. Sapevo già che ti era piaciuto e ti ringrazio doppiamente per aver condiviso le tue impressioni anche sul sito. A presto.

  • Due giovani uomini in lotta contro il destino ma anche contro i pregiudizi che possono rendere la vita un inferno. Già la sinossi mi aveva incuriosito moltissimo. Elisa Artemide usa la “penna” con maestria nel descrivere il travaglio interiore dei due protagonisti. Takashi e Trevor conquistano il cuore degli amanti del genere. La storia è arricchita anche dai tanti rimandi alla cultura di una terra lontana non solo da un punto di vista geografico. Con queste premesse posso dire all’autrice che ha conquistato un’altra lettrice. Complimenti.

    • Grazie mille, Karen. Benvenuta sul mio sito e tra le mie lettrici. Sei molto gentile e mi auguro che anche gli altri miei romanzi ti lascino delle belle impressioni. Questo romanzo è nato come una specie di esperimento e devo dire che non è andata male. Sono i lettori e le lettrici come te che me lo hanno fatto capire. Per questa ragione scriverò ancora degli mm, anche se si tratta di un genere particolarmente insidioso da scrivere per una donna. Io voglio ringraziarti ancora una volta e ti aspetto presto con altri commenti.

  • Bellissimo! Mi sono innamorata di Trevor, anche se i suoi gusti sono diversi dai miei. Quella tra lui e Takashi è una storia veramente appassionante, sia per come si sviluppa la trama e sia per la profondità dei sentimenti che riempiono le pagine di questo romanzo. Trevor, il mio beniamino, dovrà faticare non poco per sperare di realizzare il suo sogno. Dovrà vedersela con un mondo ed una cultura diversi e avrà modo di dimostrare di che pasta è fatto. La lettura è stata molto appagante. Complimenti Elisa. E auguri di buon anno.

    • Hai ragione, Dora, perché la tenerezza di Trevor è spiazzante. Ti ringrazio molto per i complimenti e per aver continuato a leggere i miei romanzi. Succede solo quando quelli letti in precedenza sono stati apprezzati e quindi ne sono felice. Il gradimento incontrato da questo romanzo è stato inaspettato e ancora adesso provo grande gioia nel leggere commenti come il tuo. Proprio per questa ragione ho deciso, appena mi sarà possibile, di scrivere un altro romanzo di questo genere. Ti aspetto per altri commenti e ricambio gli auguri.

  • Under the skin è uno dei pochi romanzi mm che ho letto. Preferisco altri generi ma ogni tanto mi piace cambiare. Posso dire che il romanzo non mi è dispiaciuto affatto, anzi la trama mi incuriosiva sempre di più man mano che andavo avanti. Trevor e Takashi riempiono le pagine con la loro storia travagliata e complicata dal mondo che li circonda. Un mondo con tradizioni millenarie che talvolta può rappresentare un ostacolo difficile da aggirare. E’ sullo sfondo di un Giappone antico e moderno al tempo stesso che si svolgono gli eventi narrati dall’autrice, molto abile a mettere insieme i vari tasselli che compongono il puzzle. Mi complimento ancora una volta con te per il modo in cui scrivi e per le belle storie che sai creare.

    • Grazie, Rosy. Sei sempre molto gentile. Mi dà molta soddisfazione sapere che ti è piaciuto anche questo romanzo, pur non essendo tra i tuoi generi preferiti. Sono quelle cose che ti caricano maggiormente. È come aver superato l’ennesima prova. Molte di voi sanno che avevo qualche remora a scrivere un romanzo mm. Erano diverse le perplessità. Poi ho deciso di farlo e ho portato a termine il progetto. Il resto lo avete fatto tu e tante altre lettrici, ma anche lettori. Grazie a tutti e grazie a te per le bellissime parole che mi hai riservato.

  • Devo ancora leggere il seguito della duologia ma intanto lascio il mio commento per questo romanzo mm che ho letto con piacere sia per i personaggi, Takashi e Trevor, che sono caratterizzati in modo straordinario dall’autrice che ho imparato ad apprezzare ogni volta di più e sia per la trama. Ambientazioni particolari e una cultura, quella giapponese, davvero intrigante, fanno da sfondo ad una storia che mi è piaciuta molto. I miei complimenti.

    • Grazie per le tue belle parole, Rosanna. Sono sempre più contenta di aver scelto di scrivere questo mm. I bei commenti e l’affetto che mi dimostrate non potrebbero farmi sentire meglio. Non me l’aspettavo e per questo è ancora più bello. Non potrei chiedere di più. Trevor e Takashi hanno saputo conquistare tutti coloro che hanno letto la loro storia. Qualcuno mi ha anche chiesto un seguito, ma per ora non è in programma. Non mi resta che darti appuntamento al prossimo commento, che dovrebbe essere il sequel della duologia. A presto.

  • Hermes RC
    2 anni fa

    Primo libro che leggo di questa autrice. Ho amato questa storia: sensuale e passionale, ma anche dolce. Non mancano le difficoltà da superare e i momenti d’azione. Una storia davvero coinvolgente e ben scritta. Pienamente soddisfatta di questo acquisto. Complimenti all’autrice! Sarà un piacere per me leggere tutte le altre tue storie.

    • Ti ringrazio immensamente, Hermes. Mi fa sempre piacere ricevere i commenti di chi legge i miei libri, soprattutto se si tratta di un’autrice brava e promettente come te. La storia di Trevor e Takashi è stata una di quelle che ho amato di più scrivere e quindi sono felice quando le emozioni dei protagonisti arrivano al cuore di chi legge le loro vicende. Grazie per i complimenti e mi auguro che anche gli altri miei romanzi possano piacerti come questo.

  • Stefania
    3 anni fa

    Cara Elisa per essere il tuo primo mm te la sei cavata alla grandissima! Trevor e Takashi riempiono il cuore con la loro storia d’amore e il finale mi ha commosso molto. Amo molto sia l’ambientazione in Giappone che il richiamo alle tradizioni e al modo di pensare nipponico, fanno capire quanto lavoro di ricerca ci sia dietro questo romanzo.

    • Tante grazie, cara Stefania. Vedo che non fai mai mancare il tuo contributo in termini di commenti e incoraggiamenti. Sei tra le mie lettrici più assidue e di questo ti sono molto grata. Hai detto bene, la stesura di questo romanzo ha richiesto un lavoro di ricerca non indifferente, anche se devo dire che la passione per la cultura giapponese mi ha dato una mano. Considerando tutti i bei commenti, tra cui il tuo, che ricevo sia sul sito sia su fb, posso affermare che ne è valsa la pena. Anzi mi auguro di fare ancora meglio la prossima volta che mi cimenterò con questo genere. Ti ringrazio ancora di cuore, sapendo che avrò sempre lettrici come te che mi stimolano continuamente. A presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *